Mi candido con la Lega perché ci somigliamo: crediamo che la buona politica è quella che lavora a viso aperto con i cittadini, non quella che rinnega la sua identità nascondendo il simbolo. Sono un fermano di centrodestra che si impegna per Fermo da sempre e in molti settori: punto su coerenza, identità e valori. Le civiche garanzia che decidono i cittadini e non le segreterie di Partito? Non a Fermo dove quelli che vogliono fare piazza pulita sparano sentenze in pubblico, ma dietro le quinte fanno solo politica di corridoio, senza un progetto strutturale per la città. La Lega invece ha un progetto politico ed amministrativo in cui i cittadini stanno davvero al centro e ci assumiamo insieme l’onere e il rischio di essere il solo partito di riferimento dei fermani di centrodestra

Lorenzo Giacobbi, 36 anni, laureato in management dello sport e delle attività motorie, libero professionista annuncia con ferma pacatezza che fa sul serio la sua candidatura a sindaco di Fermo per la Lega. Con lui ci sono il capogruppo della Lega Fermo Gianluca Tulli, il commissario provinciale Mauro Lucentini e un volto storico del centrodestra fermano come Luciano Romanella per cui è stato anche assessore e che alla lista porta l’esperienza entusiasta della sua lunga attività politica.

Come Lega diciamo da anni che a Fermo serve un intervento strutturale e di prospettiva, ma in cambio otteniamo solo feste di piazza: non è così che una città cresce e dà prospettive ai propri giovani – esordisce il capogruppo Tulli nel suo intervento di apertura – Abbiamo un buon progetto, un buon candidato sindaco che ha un notevole bagaglio di esperienza nell’associazionismo cittadino e tante persone che si sono messe a disposizione per lavorarci. La Lega ha dimostrato di saper governare con buonsenso e buone pratiche: a Fermo non farà eccezione”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il commissario provinciale della Lega Mauro Lucentini che sottolinea con amarezza l’assenza dei partiti di coalizione dal progetto cittadino “Al centrodestra i fermani chiedono una risposta di forte e identitaria concretezza. La Lega prende atto delle scelte degli alleati, ma non si sottrae al proprio progetto di governo del buonsenso che sempre più sta dimostrando di essere in sintonia con i cittadini. Giacobbi è una persona giovane e di valore che ben lo rappresenta”.

Romanella annuisce entusiasta prima della stoccata di rito e di sostanza: “La Lega ha già vinto: ci sono oltre 30 persone che resteranno nella storia politica di Fermo per aver messo la propria faccia per la città. Ci vogliono raccontare le favole, ma non ci incantano ed oggi siamo qui per dirlo chiaramente con un sindaco e una lista di qualità. Sono sempre stato di centrodestra, ma stavolta lo dico con particolare orgoglio ora che come Lega lo rappresentiamo da soli: siamo la speranza della città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *